• Contatto vendite Cognex: +39 02 3057 8196

  • Contatti

Azienda

Storia dell'azienda

Founders

DataMan

Patents

Una nuova azienda in un settore innovativo

La fondazione di Cognex Corporation risale al 1981, a opera del dott. Robert J. Shillman, assistente universitario in percezione visiva umana presso il Massachusetts Institute of Technology. Il dott. Shillman decise di abbandonare la carriera accademica per avviare Cognex, investendo nella società i risparmi di una vita, 100.000 dollari. Shillman invitò due studenti del MIT, Marilyn Matz e Bill Silver, a seguirlo in questa impresa, offrendo loro una bicicletta per convincerli a lasciare il MIT per un'estate. Quello che per Marilyn e Bill era iniziato come un lavoretto estivo si rivelò ben presto l'inizio di una carriera: i due giovani decisero infatti di rimanere in qualità di co-fondatori della società. Queste tre persone hanno dato vita a Cognex e ne hanno scelto il nome, che deriva dall'espressione "Cognition Experts" (Esperti di visione).


Il primo sistema di visione

Il primo sistema di visione, DataMan, venne prodotto nel 1982. DataMan è stato il primo sistema industriale al mondo per il riconoscimento ottico dei caratteri (OCR) in grado di leggere, verificare e garantire la qualità di lettere, numeri e simboli impressi direttamente sulle parti e sui componenti. Il primo cliente di Cognex fu un produttore di macchine da scrivere che acquistò il sistema per ispezionare i tasti di ogni singolo apparecchio e garantire che fossero posizionati nel punto giusto.

Cognex è stata una delle primissime aziende a inserirsi in un mercato ben presto affollato di concorrenti, ognuno intento a conquistare una posizione nel campo innovativo della visione industriale.  Nel corso dei primi anni, la visione industriale attraversava una fase di grande fermento, che si iscriveva all'interno della "rivoluzione robotica". La gente era convinta che i sistemi visivi avrebbero rivoluzionato non solo i processi produttivi, ma anche aree disparate come i trasporti e i lavori domestici.  In realtà, una simile prospettiva non si rivelò altrettanto semplice da realizzare o comunque non in tempi così brevi, cosa del resto prevedibile.

Primi ostacoli

Nonostante il numero crescente di clienti che si affidavano ai sistemi Cognex, ben presto il modello aziendale della società evidenziò una serie di sfide impegnative.  All'epoca, l'implementazione di un'applicazione di visione richiedeva una profonda conoscenza dei linguaggi di programmazione, e per questo occorreva fornire agli utenti una notevole assistenza.

Inoltre, le condizioni industriali erano caratterizzate da una certa imprevedibilità.  Spesso i primi sistemi non risultavano sufficientemente affidabili al di fuori dei laboratori di sviluppo, dove era possibile controllare fattori come l'illuminazione, i riflessi e le ombre.   A causa di una percezione errata dei risultati effettivamente ottenibili con i sistemi visivi, oltre alla scarsa affidabilità delle configurazioni industriali, numerose aziende impegnate in tecnologie di visione dedicavano troppo tempo all'assistenza offerta ai clienti.  Tutto ciò si traduceva in una perdita finanziaria per Cognex e le altre aziende del settore.

Nel 1986 un'importante svolta tecnica aiutò Cognex a risolvere il problema dell'affidabilità del sistema.   Bill Silver, co-fondatore della società, sviluppò un potente software, chiamato Search, in grado di localizzare modelli su immagini in scala di grigio con grande rapidità e precisione, permettendo di migliorare drasticamente i risultati che gli utenti potevano ottenere con i sistemi visivi.

Contemporaneamente, Cognex lanciò una nuova strategia aziendale che aiutò a garantire la sopravvivenza della società e a conquistare successivamente la leadership sul mercato.

Alla base della strategia vi era lo sviluppo e la vendita di componenti hardware e software standard di visione industriale a produttori OEM, i quali erano in grado di integrare la tecnologia di visione industriale nelle apparecchiature produttive vendute alle industrie.  Avvalendosi di tecnici interni dotati delle competenze necessarie per programmare le applicazioni di visione, gli OEM potevano quindi offrire agli utenti finali soluzioni con tecnologia di visione integrata.

Questa combinazione di tecnologia superiore e strategia aziendale innovativa si rivelò la ricetta vincente che garantì il successo e la crescita di Cognex, mentre la maggioranza delle altre società di visione andò ben presto in fallimento o cambiò settore di attività.

 

Semiconductor Success

Successo nel settore dei semiconduttori

In quanto fornitore per produttori OEM, Cognex cercò di individuare i settori in cui la visione industriale avrebbe costituito un importante vantaggio competitivo. Cognex individuò tale mercato nel settore delle apparecchiature per l'industria dei semiconduttori e dei componenti elettronici.

Questo settore aveva già riconosciuto l'importanza della visione industriale per migliorare la redditività, mantenere la massima pulizia nelle camere sterili eliminando la manipolazione umana di componenti di semiconduttori fragili e diminuire le dimensioni dei circuiti, con un conseguente aumento nel numero di chip per ogni wafer in silicio.

Sebbene numerosi produttori di apparecchiature si avvalessero di unità interne per lo sviluppo di tecnologie di visione,  l'esclusività e l'esperienza di Cognex in materia di visione industriale permettevano di offrire soluzioni di gran lunga più efficienti rispetto a quelle concepite internamente dagli OEM.

Ben presto Cognex si impose come principale fornitore di sistemi visivi per i produttori di apparecchiature elettroniche e semiconduttori, che integrarono le soluzioni Cognex in diversi tipi di apparecchiature utilizzate per la produzione di chip e circuiti stampati.

Nel corso degli anni '90, Cognex ha lavorato a stretto contatto con questi clienti per espandere ulteriormente i confini delle tecniche di produzione assistite da tecnologie di visione industriale.  Per rispondere alle esigenze pressanti delle aziende elettroniche e dei semiconduttori in materia di rapidità e prestazioni, Cognex ha sviluppato algoritmi di visione ancora più efficienti. Inoltre, con l'aiuto di Cognex, la visione industriale è stata estesa a un numero in costante crescita di fasi del processo produttivo.  

Oggi la visione industriale è fondamentale in praticamente ogni fase del processo produttivo dei semiconduttori e gran parte di queste applicazioni sono state sviluppate da ingegneri Cognex.  Nel 2005, l'impegno dei fondatori di Cognex, il dott. Robert J. Shillman, Bill Silver e Marilyn Matz, è stato premiato da Semiconductor Manufacturers International (SEMI) con il "SEMI Award" come riconoscimento per l'importante contributo tecnico offerto all'industria dei semiconduttori.

NASDAQ

Cognex diventa un leader sul mercato

La strategia di Cognex orientata ai produttori OEM si è rivelata proficua. All'inizio del 1987 la società è diventata remunerativa per la prima volta nella sua storia. Cognex è stata quotata al NASDAQ nel 1989 con un prezzo iniziale di 1,38 dollari per azione. Nell'arco di un anno, il prezzo delle azioni è triplicato.

In questo periodo Cognex ha iniziato a crescere espandendosi a livello internazionale.

Nel 1989 Cognex ha inaugurato il primo ufficio internazionale in Germania, a Monaco.  Nel 1990 ha fondato a Tokyo una filiale, Cognex KK, per gestire i rapporti d'affari in rapida crescita con importanti produttori giapponesi di attrezzature per semiconduttori e componenti elettronici.  Oggi Cognex conta numerosi uffici in Nord America, Europa e Asia al servizio di una clientela mondiale, oltre a centinaia di distributori in tutto il mondo che si occupano della consegna dei prodotti Cognex.

Nel 1995 l'azienda ha eseguito la prima di numerose acquisizioni, rilevando Acumen, società statunitense specializzata nello sviluppo di apparecchiature per l'identificazione delle celle per l'industria dei semiconduttori. Le acquisizioni hanno svolto un ruolo importante nella crescita dell'azienda, permettendo a Cognex di penetrare in nuovi mercati per la visione industriale.

Shipments

Espandere il mercato delle apparecchiature di visione industriale

A metà degli anni '90, Cognex ha spostato l'attenzione sul mercato degli utenti finali, che inizialmente si era dimostrato così difficile da conquistare.  A questo scopo si è concentrata sullo sviluppo di nuovi prodotti di visione facilmente utilizzabili dai tecnici degli stabilimenti con un livello minimo o nullo di formazione.

Nel 1994 la società ha lanciato Checkpoint®, un sistema di visione basato su PC e progettato appositamente per i clienti finali.

Nel 2000 Cognex ha realizzato un importante progresso in materia di sistemi visivi per gli utenti finali con l'introduzione di In-Sight®, un sistema che combina telecamera, processore e software di visione in un'unica unità compatta delle dimensioni di un cellulare.  In-Sight migliorava notevolmente la facilità con cui i tecnici di stabilimento potevano configurare un'applicazione di visione, sostituendo l'ambiente di programmazione con una semplice interfaccia "drag and drop" simile ai classici fogli di calcolo per uso aziendale.

In questo periodo è stato lanciato anche Checker®, un sensore visivo specializzato e ultra-semplice, concepito per essere completato con sensori fotoelettrici e destinato ad applicazioni come il rilevamento di presenza/assenza. Infine, nel 2004, Cognex ha lanciato il suo primo sistema visivo portatile, un lettore di codici ID chiamato DataMan in onore del primissimo prodotto di visione della società, anch'esso concepito per applicazioni ID.

Questi importanti traguardi in termini di prestazioni e semplicità di utilizzo, insieme alla diminuzione dei costi legati all'implementazione di applicazioni di visione industriale, hanno aiutato ad accrescere drasticamente la diffusione dei sistemi di visione industriale nei processi produttivi generici.

Sebbene il settore dei semiconduttori resti un mercato importantissimo per le soluzioni di visione Cognex, oggi l'azienda realizza una porzione sempre più ampia di entrate nell'ambito delle applicazioni per processi produttivi generici, in settori come l'industria farmaceutica, automobilistica, sanitaria, dell'imballaggio, aerospaziale e dei beni di consumo.

Shillman Early Product

DataMan

La visione nel XXI secolo

Gli attuali sistemi visivi hanno compiuto molta strada dallo sviluppo del primo sistema DataMan, all'inizio degli anni '80.  Le funzionalità e il design orientato all'utente offerti oggi ai clienti di Cognex sono il risultato di 30 anni di esperienza diretta nello sviluppo di nuove tecnologie di visione e nell'adattamento alle applicazioni di visione industriale più impegnative.

Oggi Cognex mantiene il suo orientamento di azienda composta da "esperti in materia di visione". La società continua a esplorare nuovi modi per migliorare le prestazioni dei sistemi di visione industriale, cercando contemporaneamente di individuare nuovi mercati dove la tecnologia di visione potrebbe apportare un vantaggio competitivo.