• Contatto vendite Cognex: +39 02 3057 8196

  • Contatti

Blog Cognex

Qual è la differenza tra un lettore di codici a barre e un verificatore di codici a barre?

Barcode reader vs barcode verifier

Un codice a barre è una sequenza leggibile applicata a prodotti, confezioni o componenti. I codici a barre 1D e 2D contengono i dati usati per scopi informativi o di marketing, oppure per la tracciatura dei prodotti lungo il loro ciclo di vita. I codici sono applicati sui componenti in due modi: sulla confezione o sull'etichetta, solitamente con stampa a getto d'inchiostro o termica, oppure con marcatura permanente direttamente su un componente o prodotto con metodi di direct part marking (DPM), come micropercussione, incisione chimica o marcatura laser. 

L'uso di codici 1D e 2D riduce i costi generali automatizzando e semplificando la gestione della catena di fornitura, l'inventario e gli acquisti. L'uso di codici a barre migliora anche la sicurezza e la responsabilità. Ad esempio, diverse disposizioni legislative emanate a livello internazionale hanno imposto ai produttori di farmaci e dispositivi medici l'applicazione di codici leggibili automaticamente su ogni imballaggio, fino alla singola confezione di ogni medicinale. Nel caso in cui un prodotto difettoso raggiunga lo scaffale, la tracciatura automatica di ogni confezione accelera i richiami di sicurezza, rendendo disponibili i dati sul controllo della qualità per tutta la catena di fornitura. Inoltre, un numero sempre maggiore di settori deve conformarsi agi orientamenti sulla qualità dei codici dell'International Organization for Standardization (ISO) oppure dispongono dei propri parametri di qualità dei codici a barre che devono essere rispettati e verificati per garantire che i codici possano essere letti lungo tutta la catena di fornitura e non comporteranno un rallentamento della produzione o multe ai rivenditori a causa di codici stampati male o illeggibili.

Lettori di codici a barre

I lettori di codici a barre scansionano i codici a barre e li traducono in caratteri alfanumeriche. Tali informazioni, che di solito comprendono una descrizione dell'articolo, il numero di articoli in magazzino e il prezzo, vengono inviate a un database dove vengono memorizzate. Alcuni lettori di codici a barre utilizzano laser per decodificare le informazioni, mentre altri utilizzano luci o telecamere per acquisire l'immagine del codice a barre per poi leggerla e decodificarla. A seconda del software di cui dispongono i lettori possono fornire metriche relative alla qualità di stampa utili per il controllo e il miglioramento del processo. Tuttavia, non esistono due lettori di codici a barre uguali: possono differire per quanto riguarda la risoluzione dell'immagine, le lenti, l'illuminazione e gli algoritmi di decodifica. Infatti molti di essi includono degli algoritmi di decodificazione avanzati specificamente studiati per leggere codici deformati, complessi e difficili da leggere. Ciò significa che un lettore di codici a barre può riuscire a scansionare un codice, mentre un altro a valle, nella catena di fornitura, può non riuscirci.

Lettori di codici a barre che leggono codici

Né una verifica del controllo qualità, né una metrica di controllo del processo del lettore può stabilire in modo affidabile come due diversi lettori leggeranno lo stesso codice. Nel complesso, la scansione di un codice a barre con un lettore di codici a barre indica semplicemente che può essere scansionato da quel particolare lettore e non ne garantisce la qualità. 

Verificatori di codici a barre

Mentre i lettori di codici a barre sono utilizzati per leggere i codici, i verificatori di codici a barre sono utilizzati per classificare la qualità dei codici. Quando i codici 1D e 2D vengono stampati o marchiati, questioni di minore rilevanza possono iniziare ad influenzarne la leggibilità. L'utilizzo di un lettore di codici a barre per testare la qualità di un codice a barre potrà constatare soltanto se il codice può essere letto da quel particolare scanner. I verificatori di codici a barre, al contrario, assicurano che i codici soddisfino la soglia qualitativa del settore industriale, più che quella di un singolo produttore. I verificatori di codici a barre forniscono un livello superiore di leggibilità dei simboli, in quanto normalizzano le prestazioni tra i vari tipi di lettori, dagli scanner laser ai lettori basati su immagini.

Verificatore che valuta la qualità del codice 

Il processo di verifica è diverso dalla semplice lettura di un codice:

  1. Il verificatore deve essere calibrato. Le schede di calibrazione per la conformità contengono simboli con imperfezioni intenzionali usati per controllare la capacità del verificatore di produrre rapporti e la conformità dei documenti agli standard industriali, come ISO/IEC 15415 e le specifiche GS1.
  2. Gli standard industriali impongono il tipo di disposizioni dell'illuminazione consentite, di solito una variazione di 30, 45, 90 gradi e un'illuminazione a cupola. 
  3. I verificatori impiegano più tempo per analizzare un codice e generano più dati rispetto a un lettore. Misurano diversi parametri di qualità come il contrasto dei simboli, la modulazione, i difetti e la decodificabilità e producono una valutazione finale (di solito da A a F). I report possono essere stampati o esportati per dimostrare la conformità agli standard di qualità.

Per saperne di più sulla verifica, scarica la Guida Introduzione alla verifica dei codici a barre.

 

Altri post in merito a

OTTIENI L’ACCESSO AD ASSISTENZA E FORMAZIONE IN MERITO AI PRODOTTI E MOLTO ALTRO ANCORA

Entra a far parte di MyCognex

AVETE DELLE DOMANDE?

I rappresentanti Cognex sono disponibili in tutto il mondo per supportarvi nelle vostre necessità di lettura dei codici a barre industriali

CONTATTI
Loading...